Repositorio de producción científica de la Universidad de Sevilla

L’arsenico nell’antichità e ai giorni nostri

Opened Access L’arsenico nell’antichità e ai giorni nostri
Estadísticas
Icon
Exportar a
Autor: Marco, Ottilia de
Camaggio, Gigliola
Stifani, Serena
Fecha: 2004
Publicado en: 38th International Congress for the History of Pharmacy, Sevilla September 19-22 2007
Tipo de documento: Ponencia
Resumen: L’argomento di questo lavoro è stato suggerito alle autrici dal ruolo negativo che attualmente l’arsenico sta svolgendo, quasi sempre in maniera del tutto naturale, avvelenando le acque che vengono a contatto, all’aria, con le rocce che lo contengono. Il fenomeno, quasi certamente presente anche nei tempi passati, è stato rilevato recentemente in diverse aree del globo, anche come conseguenza delle attività antropiche, soprattutto in Bangladesh dove decine di milioni di persone consumano abitualmente acqua con un alto contenuto di tale sostanza. Si è voluto analizzare il ruolo che questo metallo ha avuto nell’antichità studiando i testi di autori classici che lo trattano, a volte con nomi diversi come Orpimento o Sandracca, e si è visto che esso, pur essendo tossico, è stato usato anche come farmaco. In tempi più recenti le sue applicazioni sono aumentate soprattutto in campo industriale. Lo studio vuole mettere a confronto gli usi del passato con quelli attuali e rilevare gli effett...
[Ver más]
Tamaño: 77.27Kb
Formato: PDF

URI: http://hdl.handle.net/11441/39389

Mostrar el registro completo del ítem


Esta obra está bajo una Licencia Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internacional

Este registro aparece en las siguientes colecciones